7 giorni in Giordania: il nostro itinerario

Giordania Amman Cittadella

Un viaggio breve ma intenso iniziato ad Amman. Una città ricca di monumenti tra i quali la Cittadella con il maestoso Tempio di Ercole, i resti di una basilica di epoca bizantina e quelli del palazzo Omayyade, fantastico esempio architettonico dell’epoca islamica. Abbiamo visitato il Museo Archeologico, ricco di opere provenienti dai vari siti del Paese, proseguendo poi per Madaba, distante circa 40 km, conosciuta soprattutto per il famoso mosaico della Palestina custodito all’interno della chiesa ortodossa di San Giorgio.

Giordania Amman Tempio di Ercole

Un’altra decina di chilometri prima di arrivare al Monte Nebo, il luogo dove si narra morì Mosè dopo aver visto la Terra Promessa. Il monte, con i suoi 800 metri di altezza, sovrasta la Valle del Giordano e il Mar Morto, segnando l’incontro delle tre grandi religioni: cristianesimo, islam ed ebraismo. In questo luogo sacro si trovano i resti della Basilica del VI secolo che ospita bellissimi mosaici del regno Hascemita.

Merita una visita anche la fortezza di Ajlun a 80 km da Amman. Collocata in cima ad una collina fra vigneti e foreste, ha mura imponenti e regala una spettacolare vista sulle vallate circostanti. Giunti poi a Jerash, una delle città di epoca romana meglio conservate e definita la Pompei dell’Oriente, abbiamo visto l’Arco di Adriano costruito in onore dell’Imperatore, l’Ippodromo, il Foro di forma ovale, il Teatro in grado di ospitare più di 3000 spettatori, il tempio di Artemide dea protettrice della città e il Cardo massimo l’antica strada porticata che attraversava la città da Nord a Sud.

Giordania Mar Morto

Dopo tanto girare ci siamo rilassati galleggiando senza fatica nelle acque del Mar Morto, divertendoci a ricoprirci con i fanghi dalle proprietà benefiche, circondati da cumuli di sale cristallizzato e poi via! verso la meta più attesa.

Petra ci ha accolto nella poesia del tramonto dopo altri 280 km di strada, ve ne parliamo nel post dedicato.

Il sesto giorno, dopo una rapida visita al vicino sito di Al-Beida, conosciuto anche come Piccola Petra, siamo partiti alla volta del Wadi Rum. Un luogo stupefacente, caratterizzato da formazioni rocciose monolitiche in un territorio desertico. Chiamato Valle della Luna, ha sempre costituito un percorso naturale per il passaggio delle carovane da e per l’Arabia e il Nord.

Giordania Wadi Rum

Giordania Wadi Rum 2

Abbiamo esplorato per ore il rosso deserto a bordo di un fuoristrada guidato da un folle e simpaticissimo beduino con la segreta passione per la fotografia. Dobbiamo a lui un servizio fotografico di tutto rispetto!

E’ stato un pò come trovarsi sul set di “The Martian” film con Matt Damon di cui, tutto orgoglioso, ci ha raccontato di averne preso parte.

Giordania Wadi Rum Dromedari

Giordania Wadi Rum Beduino

Ci ha fatto vedere canyon, pozzi d’acqua, incisioni rupestri e il famoso Rock Bridge, l’arco di pietra plasmato dal vento nel corso degli anni. Poi, mentre il sole iniziava a tramontare, ha acceso un piccolo fuoco per prepararci un the alla menta che abbiamo sorseggiato circondati dalla pace e dal silenzio assoluto, consapevoli che ciò che stavamo vivendo sarebbe diventato uno dei ricordi più belli.

Quando siamo arrivati al campo tendato Sun City Camp era pronta la cena, la migliore in assoluto dell’intero soggiorno in Giordania: lo Zarb. Una pietanza tipica degli abitanti del deserto a base di riso, carne e verdure, cucinato nelle braci sottoterra.

Giordania Wadi Rum The Martian Matt Damon

Giordania Wadi Rum Tramonto

Quella è stata la nostra prima notte nel deserto. Prendetevi del tempo per godere di un’esperienza che da sola, può valere il viaggio.

Itinerario

1° giorno: Partenza dall’Italia e arrivo ad Amman
2° giorno: Amman – Ajlun – Jerash – Amman
3° giorno: Amman – Madaba – Monte Nebo – Mar Morto – Petra
4° giorno: Petra
5° giorno: Petra
6° giorno: Petra – Piccola Petra – Wadi Rum
7° giorno: Wadi Rum – Amman e volo per l’Italia

Dove dormire e cosa fare nel deserto

Sun City Camp dove siamo stati noi, si trova nel cuore del deserto del Wadi Rum, a circa 300 km da Amman, ci sono bungalow tendati con bagno privato, acqua calda e ventilatore, oppure i più moderni igloo dotati di una parte trasparente dalla quale ammirare il cielo stellato. Sono molto simili a quelli usati per la location del film “The Martian”, ma se volete alloggiare in quelli originali dovete andare al Wadi Rum Night Luxury Camp

Tante le attività che si possono fare fuori dal campo, dalla passeggiata in cammello al giro a bordo di una jeep 4×4, dalle discese sulle dune praticando il Sandboarding alla visita di un villaggio di beduini.

Quando partire

Il periodo migliore: Marzo-Maggio e Settembre-Ottobre sono i mesi più belli sia per la visita del paese che per una vacanza al mare di Aqaba, anche se qui si possono fare bagni tutto l’anno. Noi siamo stati i primi giorni di Giugno, la temperatura era perfetta: non troppo caldo e sempre ventilato.

La temperatura: Clima desertico, con inverni (tra novembre e aprile) freschi e umidi ed estati (da maggio a ottobre) calde e asciutte con temperature che superano i 35°.

La pioggia: Non piove in tutto il paese da Maggio a Ottobre, mentre nei mesi invernali si verificano giornate di pioggia, seppur scarse. Ogni tanto cade anche la neve nelle cime più alte. Se programmate un viaggio tra gennaio e febbraio potreste anche trovare Petra imbiancata.

Informazioni generali

Voli: Austrian Airlines da Bologna a Vienna (1 ora e 20 min.)
Royal Jordanian da Vienna ad Amman (3 ore e 30 minuti)

Fuso orario: 1 ora in più rispetto l’Italia

Documenti necessari: Passaporto e visto.

Il visto si può ottenere presso gli uffici consolari giordani in Italia o direttamente all’arrivo in aeroporto. Sono esenti dal pagamento del costo del visto i titolari del “Jordan Pass” che soggiornano in Giordania per almeno tre notti. Il “Jordan Pass”, costa circa 80 JOD e include l’accesso a oltre 40 siti turistici nel Paese.
Ulteriori informazioni potete trovarle qua: www.jordanpass.jo

Spesa del viaggio: 2.200 euro in due con guida privata e autista.

7 giorni in Giordania: il nostro itinerario ultima modifica: 2018-01-14T15:36:29+00:00 da Elisa & Enrico
Ti è piaciuto? Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

   

* Do il mio consenso affinché un cookie salvi i miei dati (nome, email, oggetto).

Iscriviti all'articolo! riceverai una mail ad ogni nuovo commento.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.